Home | Viaggi Nel Mondo | Capitali D’Europa: Londra In Vacanza Cosa Visitare?
Capitali D'Europa: Londra In Vacanza Cosa Visitare?

Capitali D’Europa: Londra In Vacanza Cosa Visitare?

Capitali D'Europa: Londra In Vacanza Cosa Visitare?

Capitali D’Europa: Londra In Vacanza Cosa Visitare?

Creare una guida completa che possa racchiudere tutto quallo che c’è da visitare a Londra è davvero difficile. Per questo motivo ho deciso di cominciare con un piccolo assaggio di quello che questa magnifica città può offrire, tratto dal sito londraviaggi.it. Buona lettura!

Londra ha moltissimi monumenti , piazze, giardini, musei e mille altre attrazioni ancora da vedere e visitare assolutamente, al punto che non vi basterà certamente una sola visita per vedere tutto quanto ha da offrirvi questa meravigliosa città. Dovendo però fare i conti con il tempo, avendo magari a disposizione un solo week-end o comunque meno di una settimana sarete costretti a scegliere i punti di interesse più importanti e limitarvi a quelle poche visite. Proviamo insieme a individuare alcune cose da vedere a Londra e che non potete certo perdervi già  dalla prima visita.

Tate Modern: Costruita nel 2000 in una centrale elettrica inutilizzata disegnata da Gilles Gilbert Scott, costituisce uno dei più alti luoghi della cultura contemporanea a Londra, in particolare a causa della riuscita riconversione di quest’edificio industriale e della sua posizione geografica in questa zona della città.

La vecchia sala macchine è stata riconvertita in una hall immensa, che può accogliere esposizioni monumentali. Il team d’architetti svizzero Herzog & de Meuron fu incaricato di questa riconversione. L’esposizone, che raccoglie migliaia di opere d’arte contemporanea, è organizzata intorno ad una serie di percorsi tematici, piuttosto che in modo cronologico.

I temi sono i seguenti: History /Memory/ Society/ Nude/ Action/ BodyLandscape/ Matter/ Environment/ Life/ Object/ Real Life.

La raccolta permanente di situa ai piani 3 e 5 della costruzione, mentre le esposizioni temporanee sono situate al piano 4 e nella hall centrale. Forte del successo ottenuto da questo museo di Londra, nel Luglio 2006 è stata approvata la costruzione di una piramide di vetro: un’estensione disegnata da Herzog & de Meuron che sarà dedicata a video e fotografia.

Westminster: L’abbazia di Westminster, a due passi dal Big Ben, è la chiesa più conosciuta di Londra.
Praticamente tutte le incoronazioni dei monarchi inglesi (a eccezione di Edoardo V e di Edoardo VIII) ha avuto luogo in quest’abbazia. E’ questo anche il luogo di sepoltura della maggior parte dei re e regine d’Inghilterra, così come dei suoi uomini e donne più famosi.

L’angolo dei poeti fa onore agli autori del regno. Il suo vero nome è chiesa collegiale di Saint Pierre. Rinominata successivamente Westminster, che significa abbazia dell’ovest, poichè si situava a ovest della City (in opposizione a Eastminster, monastero che si trovava ad est). La sua costruzione cominciò nel secolo XI, sotto Enrico III da parte del re anglosassone Edoardo il Confessore che decise di costruire un’abbazia dedicata all’ apostolo San Pietro. Fu terminata il 28 dicembre 1065, poco prima della morte del sovrano.

Nel dicembre 1066, l’ Inghilterra viene invasa dal duca di Normandia Guglielmo il Conquistatore, che si fa incoronare re d’Inghilterra nella chiesa dell’abbazia. Al secolo XIII, Enrico III decide di seguire la moda architetturale e fa ricostruire la chiesa nello stile gotico.

Tra il 1503 e il 1519, sotto i regni di Enrico VII e di Enrico VIII, fu costruita la cappella chiamata Lady Chapelle. Questa parte dell’abbazia è influenzata dallo stile Rinascimentale ed artisti italiani vi portarono la loro opera.

L’abbazia di Westminster è classificata come patrimonio mondiale dell’Unesco.

BigBen: Il Big Ben avrebbe potuto non vedere mai la luca se un incendio non avesse distrutto il Parlamento nel 1834.

E’ a seguito di questo tragico evento che un centinaio d’architetti fecero nuovi progetti tra i quali fu scelto quello di Charles Barry, che aveva integrato al suo disegno un orologio gigantesco disegnato dall’astronomo del re, Sir George Airey.

Big Ben è il soprannome della campana che echeggiò per la prima volta nel 1859 (ma le fonti divergono ancora in quanto all’origine del soprannome).
Occorse un carretto trainato da 16 cavalli per trasportarla e non meno di 18 ore per issarla al vertice del campanile. La torre culmina a 96 metri d’altezza e la celebre campana, che misura 7 metri di diametro e non pesa meno di 5 tonnellate, ha bisogno per suonare dei colpi di un martello di 200 chili.

Kensington Palace: Lady Diana vi ha passato i suoi ultimi anni e tutti si ricordano delle immagini di mazzi di fiori depositati dinanzi alle griglie di Kensington Palace nel periodo successivo alla sua morte tragica. Ancora oggi, uffici ed appartamenti privati occupano il palazzo gestito dall’ Historic Royal Palaces. Quest’organismo dirige anche le altre residenze reali.

Forse vi incrocerete il duca e la duchessa di Gloucester o il duca e la duchessa di Kent. Oltre ai mobili reali che ornano i corridoi del palazzo, si può ammirare la “Royal Ceremonial Dress Collection” che raccoglie gli abiti da cerimonia dei membri della corona.

Cerchi un b&b a Londra? Prova a cercare su Booking.com

Cerchi un Hotel a Londra? Cercalo su Hotels.com!

Prenota il tuo Volo Low Cost per Londra con eDreams!

Articoli utili:

Il grattacielo “The Shard” di Londra

Guida Turistica di Londra – 1° Parte

Guida Turistica di Londra – 2° Parte

Guida Turistica di Londra – 3° Parte

Guida Turistica di Londra – 4° Parte

Guida Turistica di Londra – 5° Parte

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

parco nazionale galles brecon beacons

Brecon Beacons National Park

Il Brecon Beacons National Park si estende con i suoi 1344 km² per 72 km …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *