Home | Idee di Viaggio | Città Italiane | Città Italiane: Genova Cosa Visitare In Vacanza?
Città Italiane: Genova Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Genova Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Genova Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Genova Cosa Visitare In Vacanza?

Una delle rubriche che vorrei curare su Nerverland è dedicata alla scoperta delle varie città, capitali e paesi da visitare. Avvalendomi infatti dei numerosi articoli che sono presenti in rete, ho intenzione di dare il maggior numero di informazioni possibili su quelle che sono le mete più belle, i posti da visitare, i luoghi più suggestivi.

La particolare conformazione geografica di Genova, consente di visitare la città in svariati modi e con molteplici itinerari di visita.

Il cuore della città è senza dubbio il porto antico, che grazie ad attenti restauri e a mirati progetti di recupero e valorizzazione, ha saputo coniugare antico e moderno in un dialogo affascinante e sorprendente.

Nella zona del porto infatti si possono visitare: l’Acquario , dove vivono foche, delfini, pinguini, squali e innumerevoli specie di pesci; la Città dei Bambini, un immenso spazioso dedicato ai più piccoli, dove possono giocare e apprendere nello stesso momento; il Galata Museo del Mare, il più grande museo marittimo del Mediterraneo, destinato a raccontare la storia dei cantieri navali di Genova e dei grandi esploratori del mare (Cristoforo Colombo su tutti); il Museo Nazionale dell’Antartide, dove si conservano numerosi reperti provenienti dal continente .

Immancabili una passeggiata nei caratteristici vicoli del centro storico, un groviglio affascinante di stradine a che scendono diritte verso il mare.
Numerosi sono invece i palazzi storici (molti oggi sono sedi museali) che abbelliscono le piazze principali della città. Il più notevole è il Palazzo Ducale, antica sede del governo cittadino, che ha subito numerose trasformazioni nel corso dei secoli. Oggi, dopo un lungo ed attento restauro, è una delle più importanti sedi espositive e centro culturale di Genova.

Per quanto riguarda le strutture museali e gli insiemi architettonici, Genova occupa un posto d’onore nel panorama europea (non per questo è stata eletta Città Europea della Cultura 2004).

Tra i più elevati esempi citiamo le Strade Nuove e i Palazzi dei Rolli, un circuito di sontuosi palazzi storici divenuti Patrimonio dell’Umanità  dovesono confluite le più importanti quadrerie della città (con opere di Caravaggio, Rubens, Tiziano); il Museo delle Culture del Mondo, ospitato nel neogotico Castello d’Albertis in cui si conservano collezioni etnografiche di tutto il mondo; ilMuseo Civico di Storia Naturale Giacomo Doria, celebre in tutto il mondo per le sue ricchissime collezioni (oltre tre milioni e mezzo di campioni da tutto il mondo).

Storia e Turismo

>La città capoluogo della Liguria si sviluppa per molti chilometri lungo la costa, in una stretta fascia chiusa a nord dagli Appennini e a sud dal mare.
Considerata la sesta città italiana, il suo porto è fra i primi dell’Europa meridionale.
Gran parte della popolazione ligure risiede a Genova, tant’è che negli anni ’60 raggiunse il picco di 850.000 abitanti.
Genova è una città abbastanza piovosa, con inverni freddi ed estati secche. Il periodo ideale per visitare la città è la tarda primavera, quando le piogge si fanno meno insistenti e le temperature iniziano a salire.

Le prime popolazioni che abitarono Genova, furono un gruppo di Liguri che si insediarono, nel lontano VI secolo a. C., sulla collina dove oggi svetta imponente il Castello.
In seguito, e più precisamente in epoca romana, la zona abita si estese anche a valle, arrivando ben presto a lambire il mare.

Intorno al 1100 si costituisce a scopo commerciale la “compagna communis” ( il Comune) a cui parteciparono le più alte cariche religiose, politiche e commerciali della città. Da questo momento Genova diventa uno Stato potentissimo, tant’è che ancora oggi è ricordata come una delle celebri Repubbliche Marinare.

Saranno questi anni di dure lotte con le altre Repubbliche per il dominio commerciale dei mari, che alla lunga portarono Genova ad un lento, ma inevitabile declinio.
Nel 1805 l’ex Repubblica ligure viene inglobata nell’impero napoleonico e solamente nel 1814, dopo il Congresso di Vienna, il ducato di Genova diventa un possedimento del regno sabaudo.

Importanti personaggi hanno segnato la storia di Genova: qui nacque Cristoforo Colombo, lo scopritore delle Americhe; vi nacque il padre della patria Giuseppe Mazzini; dal porto di Quarto (che all’epoca ancora non era stato inglobato nel comune di Genova) partì Giuseppe Garibaldi con i suoi Mille dalla camicia rossa.

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy Il car sharing, in Italia, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *