Home | Idee di Viaggio | Città Italiane | Città Italiane: Messina Cosa Visitare In Vacanza?
Città Italiane: Messina Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Messina Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Messina Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Messina Cosa Visitare In Vacanza?

Una delle rubriche che vorrei curare su Nerverland è dedicata alla scoperta delle varie città , capitali e paesi da visitare. Avvalendomi infatti dei numerosi articoli che sono presenti in rete, ho intenzione di dare il maggior numero di informazioni possibili su quelle che sono le mete più belle, i posti da visitare, i luoghi più suggestivi. Questo articolo è dedicato a Messina!

Dopo aver fatto colazione in uno dei bar della città, con la squisita granita messinese, potete iniziare un giro turistico dei luoghi più rappresentativi di Messina.

Partite da Piazza Duomo nella quale sorgono la Cattedrale e il suo campanile, e la stupenda fontana di Orione.
Tutt’attorno vi sono magnifici palazzi, nei quali risiedeva la nobiltà messinese.

Proseguendo per Via S. Giacomo arriverete alla Chiesa della Santissima dei Catalani, in stile arabo-normanno. Da qui, percorrete Via Castelli fino a raggiungere la statua di Don Giovanni d’Austria. Arrivati in Via Cardines basta alzare lo sguardo per notare stupendi palazzi d’epoca e scorgere le due fontane barocche in marmo bianco all’incrocio con la Via I Settembre.

Consigliamo questo percorso di sera, quando le luci dei lampioni, le candele sui tavoli dei ristoranti e dei bar delle viuzze, e le fontane illuminate, ricreano un’atmosfera davvero particolare. Da Via Cardines raggiungete Corso Garibaldi e dirigetevi a sinistra verso Piazza Unione Europea, dove potrete ammirare il Municipio e la statua ottocentesca di Ferdinando II di Borbone.

Di fronte alla piazza scorgerete la statua di Messina, rivolta verso il mare.
Attraversate la piazza, percorrete Via Consolato del Mare e vi ritroverete a Piazza Antonello, dove sorgono il Palazzo della Provincia Regionale di Messina e la Galleria Vittorio Emanuele III. Proseguite verso Via S. Agostino e giunti a Piazza Crisafulli troverete la fontana Falconeri, una delle più belle fontane della città.
Tornate verso Piazza Antonello e svoltate in Via XIV Maggio: sulla sinistra sorge il Monte di Pietà, in stile barocco. Per riposarvi un po’, rilassatevi in uno dei bar della città gustando un buon gelato siciliano, sorseggiando latte di mandorla o un caffè.

Ristornate a Piazza Unione Europea.
Dirigetevi sul Corso Garibaldi. Passeggiate fino a raggiungere il Teatro Vittorio Emanuele II, che conserva all’interno un famoso dipinto su “La Leggenda di Colapesce” del pittore R. Gattuso. Superate l’incrocio con il Viale Boccetta, dove si trova la Chiesa di San Francesco del 1254, e dirigetevi verso Piazza Unità d’Italia, dove troverete il Palazzo della Prefettura e la stupenda statua del Nettuno, opera del Montorsoli.

Potete fare una bella passeggiata nel Piazzale Batteria Masotto, dove sorge l’omonimo monumento, antistante lo stabile del Teatro in Fiera.

Da qui, si può ammirare uno stupendo panorama, che comprende Reggio Calabria, la statua della Madonnina, il porto. Percorrendo Via S. Giovanni di Malta, che parte da Piazza Unità d’Italia, arriverete alla Chiesa di San Giovanni di Malta, che conserva le tombe del poeta F. Maurolico e del padre. Percorrendo Via Mons. D’Arrigo e giunti a Piazza Casa Pia, troverete la Porta Grazia, unica testimonianza della dominazione spagnola della città.

Ritornando sul Corso Garibaldi, a sinistra troverete la Chiesa di San Giuliano, in stile moresco e caratteristica per le sue grosse cupole rosate.
Da qui, potrete proseguire con i mezzi pubblici e dirigervi verso la zona nord della città, dove si trova il Museo Regionale, o visitare le località di Pace, Paradiso, Contemplazione, S. Agata, ammirando le stupende ville Liberty che sorgono lungo la strada, fino ad arrivare a Torre Faro, dove si trovano i famosi laghi di Ganzirri;
oppure, sempre tramite i mezzi pubblici, dirigervi verso la zona sud (dove sorge l’immenso Cimitero Monumentale che ospita le tombe di diversi personaggi famosi della storia cittadina) o verso il centro della città.

In questo caso, se volete dedicarvi allo shopping, è consigliata una lunga passeggiata lungo il Viale S. Martino, la via principale della città, ricca di negozi. Da qui, proseguendo verso il porto, troverete i resti dell’unico esempio di architettura gotica in Sicilia: la Chiesa di Santa Maria Alemanna.

All’incrocio tra il Viale S. Martino e la Via I Settembre, sorge il palazzo della Dogana, un tempo il palazzo reale. Anche in Via Tommaso Cannizzaro potrete fare shopping e visitare il Palazzo di Giustizia e l’antistante Università.

LUOGHI PANORAMICI
Da non trascurare, inoltre, la parte panoramica di Messina. Giunti sulla Circonvallazione, visitate il Santuario di Montalto, la Chiesa di Pompei e il Sacrario di Cristo Re, dal quale si può ammirare un bellissimo panorama dello Stretto e del Porto. Se poi volete restare a bocca aperta, recatevi con i mezzi pubblici sui Colli S. Rizzo: resterete meravigliati dal panorama che racchiude tutta la costa da Milazzo a Taormina, l’Etna e le Isole Eolie.Visitate, sempre sui Colli S. Rizzo, i ruderi della Badiazza, uno dei monumenti medievali più belli e misteriosi della Sicilia e il Santuario della Madonna di Dinnammare.

Diregetevi a nord e imboccate la strada Panoramica dello Stretto che sovrasta tutta la zona nord della città. Da qui si gode di uno stupendo panorama che comprende anche Capo Peloro e la costa calabra.

ITINERARI NEI DINTORNI
Da Messina è possibile raggiungere Taormina e Giardini Naxos in soli 30 minuti, percorrendo l’autostrada Messina-Catania, uscita Taormina o Giardini Naxos; le Gole dell’Alcantara in 60 minuti, proseguendo per la Messina-Catania fino all’uscita di Taormina sud; Tindari in 50 minuti, percorrendo l’autostrada Messina-Palermo, uscita Falcone; Milazzo in 40 minuti, percorrendo la Messina-Palermo, uscita Milazzo. Le Isole Eolie sono raggiungibili tramite traghetti e aliscafi, da Messina e Milazzo.

ESCURSIONI IN MONTAGNA
La città di Messina è circondata da colline, dove è possibile fare molte escursioni a piedi e a cavallo e dove trascorrere delle splendide giornate, magari facendo un pic-nic. Se si desidera visitare la montagna, bisogna recarsi fuori città: in provincia, sorgono diversi paesini, ricchi di storia e tradizioni, tra i quali Montalbano Elicona e Novara di Sicilia. Potreste portare a casa dei gustosi souvenirs, come funghi, asparagi, latticini e insaccati.

PASSEGGIATE LUNGO LA COSTA
Da nord a sud, si alternano coste sabbiose e rocciose. Le spiagge, già da maggio fino a ottobre, sono sempre affollate dai bagnanti ed è facile, soprattutto nelle prime ore del mattino, scorgere nello Stretto le barche colorate dei pescatori e le feluche, le caratteristiche barche usate per la pesca del pescespada, dette anche “spadare”.

Vi consigliamo una bella passeggiata sul litorale ionico, nelle località di Alà Terme, Letojanni, Giardini Naxos e Taormina, con le sue piccole insenature. Per quanto riguarda la zona Nord, stupende sono le spiagge del versante Tirrenico, ampie e sabbiose.

Da non perdere Milazzo (con il suo castello), i laghetti di Marinello ,Tindari, Patti, Capo D’Orlando e altre caratteristiche località del versante tirrenico. Se avete voglia di trascorrere una giornata in pieno relax, potete inoltre fare un’escursione alle Isole Eolie, ben collegate al porto di Milazzo e Messina.

Cerchi un b&b a Messina? Prova a cercare su Booking.com

Cerchi un Hotel a Messina? Cercalo su Hotels.com!

Prenota il tuo Volo Low Cost per Messina con eDreams!

Fonte: Viapervia.it

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

gaeta cosa vedere

Gaeta: Cosa Vedere?

Gaeta: Cosa Vedere? – Hai deciso di organizzare un weekend a Gaeta ma non sai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *