Home | Idee di Viaggio | Città Italiane | Città Italiane: Venezia Cosa Visitare In Vacanza?
Città Italiane: Venezia Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Venezia Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Venezia Cosa Visitare In Vacanza?

Città Italiane: Venezia Cosa Visitare In Vacanza?

Una delle rubriche che vorrei curare su Nerverland è dedicata alla scoperta delle varie città, capitali e paesi da visitare. Avvalendomi infatti dei numerosi articoli che sono presenti in rete, ho intenzione di dare il maggior numero di informazioni possibili su quelle che sono le mete più belle, i posti da visitare, i luoghi più suggestivi. Quinto articolo dedicato a Venezia!

Proporre un elenco completo di ciò che meriterebbe di essere visto a Venezia è alquanto complicato, dato il numero spropositato di capolavori architettonici ed artistici che sono concentrati in questa città – museo galleggiante.
Ad ogni modo, proviamo a segnalare l’imperdibile, tenendo presente che tutto dipende anche dalla durata del vostro soggiorno.

Chiedendo preventivamente scusa a chi è già stato qui, o si è diligentemente documentato in occasione della sua prima volta nella città lagunare, non possiamo proprio esimerci dal citare Piazza San Marco innanzitutto, luogo spettacolare e fuori dal tempo, specialmente nei periodi meno turistici.

Chiusa su tre lati da un complesso di palazzi denominati “Procuratie“, e dalla torre dell’orologio sovrastata dai “do mori“, statue di bronzo che percuotono una campana con le loro mazze, sul quarto lato sfoggia la facciata della basilica di San Marco, la cui attuale pianta risale all’XI secolo, e che fu arricchita in modo indescrivibile all’inizio del XIII secolo in seguito al sacco di Costantinopoli, episodio storico dagli strascichi secolari; e si sviluppa ulteriormente affacciandosi sulla laguna nella piazzetta di San Marco, dove si fronteggiano il Palazzo Ducale e la Biblioteca Marciana, progettata dal grande Jacopo Sansovino, per sua sfortuna, dato che a causa del crollo di un soffitto fu incarcerato e poi condannato a ripristinare il danno a proprie spese.

L’Ala Napoleonica, la più recente, oggi Museo Correr, ospita tra l’altro numerosi capolavori di Antonio Canova.
Nelle immediate vicinanze, dietro il Palazzo Ducale, si trova il secentesco Ponte dei Sospiri, forse il ponte più fotografato del mondo; e anche il meno romantico, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, dato che il suo scopo era consentire il trasferimento dei prigionieri dal luogo di reclusione, le Prigioni Nove, negli uffici degli Inquisitori di Stato, da cui raramente tornavano a piede libero. Quindi, niente languidi sospiri d’amore, a quei tempi.

Un breve cenno merita anche il Ponte di Rialto, per secoli unico passaggio pedonale sul Canal Grande. Originariamente, ovvero alla fine del XII secolo, era un ponte di barche, come quello che si compone ogni terza Domenica di Luglio per il Redentore, per intenderci, ed era denominato Ponte delle Monete, essendo in prossimità della Zecca o per via del pedaggio che occorreva pagare per attraversarlo. Sostituito da una struttura in legno, che richiedeva continui interventi di manutenzione, finì per crollare nel 1444 sotto il peso della folla assiepata ad ammirare il passaggio della Marchesa di Ferrara, che doveva essere uno spettacolo davvero interessante.

Fu ricostruito nuovamente in legno, ma con due file di botteghe ai lati, come oggi, e una parte mobile al centro per consentire il passaggio delle imbarcazioni, come documentato in un dipinto di Vittore Carpaccio conservato nelle Gallerie dell’Accademia, finchè nel XVI secolo venne bandito un concorso per scegliere il miglior progetto di una struttura in pietra, al quale parteciparono anche certi Michelangelo, Palladio, Vignola, Sansovino; ma alla fine il vincitore fu Antonio da Ponte, del resto con quel nome…

Per restare nell’ambito dell’imperdibile le appena citate Gallerie dell’Accademia ne fanno parte a pieno titolo, con la straordinaria collezione di capolavori opera di tutti i più importanti artisti attivi a Venezia tra il XIV e il XVIII secolo, tra cui “La Tempesta” del Giorgione¨, probabilmente il dipinto più celebre nel mondo.

Cerchi un b&b a Venezia? Prova a cercare su Booking.com

Cerchi un Hotel a Venezia? Cercalo su Hotels.com!

Prenota il tuo Volo Low Cost per Venezia con eDreams!

Fonte: Venezia-mediterranea.it

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy Il car sharing, in Italia, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *