Home | Idee di Viaggio | Città Italiane | Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy
Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Eni Car Sharing: Milano è Più Eco Con Fiat 500! Enjoy

Il car sharing, in Italia, sta diventando sempre più diffuso e sempre più utilizzato. E questo è un bene perchè significa meno auto che circolano e sopratutto avere la possibilità di muoversi senza avere un proprio mezzo di locomozione.

Enjoy, di ENI, non è "la solita iniziativa di Car Sharing", ma una iniziativa che mira a far vivere la città di Milano in maniera completamente differente, ponendosi due obiettivi:

– Ridurre il traffico della città;

– Dare nuova energia alla mobilità.

Enjoy è l'auto che non appartiene al singolo, ma ad una comunità di persone che si rispetta vicendevolmente, e rispetta ciò che ha intorno: più di 300 Fiat 500 (che raggiungeranno entro gennaio quota 600), con computer di bordo.

Ma l'iniziativa va oltre: ENI ha infatti pensato anche ad una app per trovare la vettura più vicina. E poi si paga solo per l'effettivo utilizzo dell'auto, senza alcuna spesa da sostenere per il mantenimento e le spese di utilizzo del mezzo.

Quanto si paga?

La tariffa in movimento è di 25 centesimi al minuto per i primi 50 Km. Nella tariffa sono incluse anche le spese di assicurazione, manutenzione e carburante. Per i clienti si può accedere gratuitamente all'area C di Milano e parcheggiare anche nelle strisce gialle per i residenti o gratis nelle strisce blu.

Un risparmio davvero interessante per chi vuole muoversi ed evitare lo stress del rifornimento, del parcheggio, delle spese da sostenere per l'auto!

E tu cosa ne pensi di questa iniziativa? Lascia la tua opinione oggi stesso su Nerverland.com!


Articolo sponsorizzato

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

gaeta cosa vedere

Gaeta: Cosa Vedere?

Gaeta: Cosa Vedere? – Hai deciso di organizzare un weekend a Gaeta ma non sai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *