Home | Viaggi e Vacanze | Pisa in pochi giorni: ecco cosa non perdere!
pisa

Pisa in pochi giorni: ecco cosa non perdere!

pisa

Atterraggio all’aeroporto Galileo Galilei, ritiro bagagli e 1,10 h di treno; in pochi minuti eccovi arrivati a Pisa!

La città delle torri pendenti, delle piazze e dei lugarni, patria di artisti e scienziati, ispirazione di illustri scrittori e poeti.

Nel territorio toscano Pisa sorge lungo la riva del fiume Arno, nella piana compresa tra il Monte Pisano e il mare, posizione che la rese Repubblica marinara

Importante località turistica, custodisce bellezze architettoniche e naturali ammirate da tutto il mondo.
Tra i monumenti di maggiore rilievo il Duomo, la Torre Pendente (o Campanile), il Battistero, il Camposanto Monumentale, la Chiesa di San Francesco e la Chiesa di San Nicola.

Sono molteplici gli edifici, i monumenti e i musei che contribuiscono a ricordare ancora oggi ai suoi visitatori, il ruolo di importante città che ha rivestito in passato.

Pisa è un centro d’arte e di storia ma anche città estrememamente dinamica, animata e giovane, grazie anche alle buone università locali che le hanno meritato il titolo di Regina degli Studi.

Ma in una città così ricca di richiami, durante un breve soggiorno cosa non si può assolutamente perdere?

In primis sicuramente la Torre pendente, simbolo di Pisa e monumento più celebre di Piazza del Duomo.

Tranquilli se non avete intenzione di visitarla dell’immediato sappiate che l’asse verticale che passa per il suo baricentro cade nella base di appoggio, per cui, a meno che non vengano sconvolte le leggi della fisica, la torre non cadrà mai. Inoltre il monumento viene monitorato continuamente , l’ultimo restauro è stato effettuato proprio nel 2011.

Il Battistero, un altro degli edifici che formano il complesso monumentale di Piazza del Duomo (o Piazza dei Miracoli).

Il Duomo di Santa Maria Assunta (tra il Battistero e la Torre), capolavoro assoluto del romanico pisano e testimonianza materiale del prestigio e della ricchezza raggiunti dalla Repubblica marinara di Pisa.

I romantici lugarni, le strade che costeggiano il corso del fiume Arno, descritti e dipinti da diversi artisti.
Le Lung’arno de Pise est la plus belle ligne de quais qu’il y ait en Europe […] Charles Didier.”

Il Museo nazionale di San Matteo che contiene una importante serie di opere dei principali maestri pisani e più in generale toscani dal XII al XVII secolo, oltre a reperti archeologici e ceramici.

Da non perdere poi la tipica cucina toscana, con piatti abbondanti e speziati, che variano dalle zuppe al pesce fino alla Torta Co’ Bischeri.

E per finire lo shopping! Tra le bancarelle di Piazza dei Miracoli potrete acquistare i tipici souvenir, mentre per le grandi firme ci si sposta nelle boutique di Corso Italia, del Borgo Stretto e del Borgo Largo.

Nel centro storico, in Piazza delle Vettovaglie, potrete acquistare i prodotti tipici alimentari, tra cui il pecorino, i vini e le verdure prodotte nella zona.

Ogni secondo week-end del mese poi, in Via dei Mille, in Via Santa Maria e in Piazza dei Cavalieri vengono allestiti i caratteristici mercatini d’antiquariato.

Pronti a partire? Buon viaggio da Nerverland.com

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

Frentania Tour

Frentania Tour

Quante volte hai sognato di fare un bel viaggio e in fondo te lo meriti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *