Home | Eventi nel mondo | Restaurato il teatro Bolshoi, Mosca
bolshoi mosca

Restaurato il teatro Bolshoi, Mosca

bolshoi mosca

Il Teatro Bolshoj, traslitterato Bolshoi, è uno dei più celebri teatri di Mosca (Russia), ricostruito nel 1824 su disegno dell’architetto Andrei Mikhailov e rimasto chiuso negli ultimi anni per il suo restauro.

Il 28 Ottobre 2011 Mosca ha vissuto una grande serata di gala per la sua inaugurazione, dopo sei anni infatti il teatro ha ospitato un numeroso pubblico composto da politici, banchieri, artisti e diversi personaggi di rilievo.

teatro di moscaFra i presenti anche Monica Bellucci e il presidente Dmitri Medvedev con la moglie Svetlana.

Il Grande Teatro (traduzione in italiano di Bolshoi) prima di essere danneggiato era la meraviglia degli zar; la sua imponenza si può ancora ammirare sulla banconota da 100 rubli.

Successivamente il Bolshoi fu rovinato da tanti fattori tra cui la rivoluzione, la metropolitana e il tempo.

Gli ingegneri che hanno lavorato alla sua ristrutturazione, assicurano che oggi il teatro è tornato a risplendere.

Falci e martelli erano stati sostituiti agli stemmi imperiali, l’acustica era danneggiata a causa dei treni sotterranei e delle modifiche fatte dal governo comunista, tutto cadeva a pezzi con arredi fatiscenti.

Gli interventi, cominciati nel 2005 e costati circa 500 milioni di euro, l’hanno riportato oggi al modello dell’800, al teatro fondato da Caterina nel 1776 per «abbellire la città e ospitare balli in maschera, commedie e opere comiche».

Tremila restauratori hanno lavorato attingendo a migliaia di volumi d’archivio.

Ma il Bolshoi nel 2011 non rinuncia ad essere innovato con una modernità che non invada la sua storia. Sono stati costruiti un palcoscenico a sette piattaforme computerizzato e una fossa ampliata per l’orchestra.

La sala «Beethoven», chiamata così ai tempi sovietici e utilizzata per le prove e per i concerti, è stata isolata acusticamente nonostante la metropolitana passi a 70 metri ed ha riacquistato il vecchio nome di «Imperiale». Recuperate anche le aquile nel salottino che fino al 1917 era riservato ai Romanov e i colori porpora e oro.

Oggi il teatro Bolshoi ritorna arricchito dai suoi putti, muse, ghirlande e cariatidi, oltre agli onnipresenti uccelli degli zar, tornati anche nel palco di Stalin, e reinseriti negli arazzi dai quali erano stati amputati a sforbiciate dopo la rivoluzione.

A farlo più bello hanno contribuito anche ditte italiane, come la Rubelli che ha realizzato migliaia di metri di tessuti per il colossale sipario, i palchi ed altro, usando anche 500 chili di filato d’ oro.

Lo spettacolo andato in scena durante la serata inaugurale è stata ritrasmessa in 600 cinema europei.

E se fino al 1840 il teatro presentava unicamente opere russe, la nuova stagione prevede opere e artisti di straordinaria bravura da tutto il mondo.

Il 2 novembre, vi sarà «Ruslan e Liudmila» di Glinka, il 18 il balletto con «La bella addormentata» di Ciaikovskij e il 12 novembre la Scala interpreterà la messa da requiem di Verdi diretta da Daniel Barenboim.

Per chi volesse visitare Mosca e apprezzare il Bolshoi interamente restaurato, ricordiamo di procurarsi il visto prima di partire e una volta atterrati in aeroporto (i due principali sono Sheremetyevo e Domodedovo) di evitare il traffico prendendo il treno fino al centro città (www.aeroexpress.ru/en/).

Buon viaggio da Nerverland.com

Cerchi un b&b a Mosca? Prova a cercare su Booking.com

Cerchi un Hotel a Mosca? Cercalo su Hotels.com!

Prenota il tuo Volo Low Cost per Mosca con eDreams!

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

Pompei Biglietto Online: Dove Acquistarlo?

Pompei Biglietto Online: Dove Acquistarlo?

Pompei è un luogo straordinario, una testimonianza di grande cultura antica e di straordinario interesse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *