Home | News | Vacanze a Rischio Per Paesi a Rischio?
vacanze paesi a rischio rimborso pacchetti febbraio 2011

Vacanze a Rischio Per Paesi a Rischio?

vacanze paesi a rischio rimborso pacchetti febbraio 2011In questi giorni quello che sta succedendo in Libia ed in Egitto sta sconvolgendo davvero tutto il mondo. Ed anche tutte le persone che avevano pensato e programmato una vacanza in quei luoghi sono entrate in crisi, non sapendo a chi rivolgersi e cosa fare.

Sicuramente non è il caso di andare in vacanza in una di quelle destinazioni che anche la Farnesina ha dichiarato a rischio, ed allora, per chi ha prenotato una vacanza ed adesso si trova in questa situazione, la situazione è piuttosto semplice: è infatti possibile andare presso le agenzie di viaggio o i tour operator che ci hanno venduto questi pacchetti vacanze e scegliere la strada da percorrere.

Se vogliamo proprio farci una vacanza possiamo “negoziare” il nostro pacchetto vacanze, ovvero il pacchetto che abbiamo acquistato, cambiando destinazione e forse anche data di partenza (o magari trovare qualcosa che abbia le stesse date ma che ci permetta di stare tranquilli).

Se invece ci abbiamo ripensato, a quanto pare è possibile, considerato che la Farnesina ha sconsigliato ufficialmente di recarsi nelle zone a rischio, chiedere il rimborso di ciò che è stato pagato per acquistare il pacchetto vacanze.

A quanto pare anche l’Adiconsum, una delle associazioni per i consumatori più attive in Italia, si è messa a disposizione e potrà assistere tutti i cittadini/consumatori che hanno bisogno di assistenza.

Sul sito internet “Viaggiare Sicuri” è peraltro possibile rimanere sempre aggiornati sullo stato di ogni Paese e sulle varie comunicazioni che vengono fornite dal Ministero praticamente in tempo reale.

Resta Aggiornato: Iscriviti Alla Newsletter

Check Also

Timberland Earthkeepers® Bradstreet

Timberland Earthkeepers® Bradstreet: scarpe ideali per le tue passeggiate!

Una scarpa ideale per le passeggiate, i viaggi ed il trekking. Una nuova tipologia di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *